lunedì 11 giugno 2012

PLAGIO

Stamattina navigavo in rete cercando qualche idea per una ricettina da preparare questa sera, e digitando su google la parola "burrata" mi è apparsa la mia ricetta degli gnocchetti di patate alla crema di burrata e zafferano, una delle prime che avevo pubblicato sul  blog. Guardando la pagina delle immagini poi mi sono accorta che risultavano esserci due foto della mia ricetta, una era effettivamente la mia ( e il link rimandava infatti al mio post ), mentre l'altra, maldestramente ritagliata, aveva il link di un certo cucina.figoo.it . Trovando la cosa alquanto sospetta ho aperto la pagina alla quale il link mi rimandava ed eccomi apparire la mia ricetta: stessi ingredienti, stesse dosi, persino il consiglio finale, con frase leggermente modificata, di grattugiarci sopra del pecorino stagionato "per conferirgli un gusto più deciso". Non vi dico lo stupore. Al che ho commentato identificandomi, accusando il sito di "furto" e dicendo alla fantomatica autrice, in parole povere, che si doveva vergognare.
Poche ore dopo, andando di nuovo a verificare, ho scoperto che la ricetta è stata rimossa, così da insabbiare tutta la faccenda. Peccato che la cosa sia tuttora dimostrabile, dato che su google immagini, digitando le parole gnocchi burrata e zafferano le fotografie appaiono ancora, solo che quando clicchi sul loro link si apre semplicemente il sito, senza andare alla ricetta che, per ovvie ragioni, è stata eliminata. 


La burrata è un latticino
350 × 250 - 53 kB - php
cucina.figoo.it

Navigando nel sito mi sono resa conto essere un contenitore di ricette postate da vari autori ( o presunti tali, a quanto pare ), e che la mia ricetta è stata letteralmente rubata dalla signora Angelarosa Pinto. Mi auguro per le altre foodblogger che il mio sia stato solamente un caso sfortunato e che le altre ricette da lei create siano frutto della sua mente, anche se la vedo dura...Perchè tutte sappiamo bene quanto tempo e quanto impegno richieda ideare, creare e fotografare una ricetta, scegliere le parole giuste per spiegare la preparazione, indicare dosi esatte, tempi precisi e rischiare anche di generare benevole "discussioni" in famiglia, perchè prima di portare in tavola un piatto lo dobbiamo fotografare, dopo aver creato il set, dalla giusta angolazione e con la giusta luce, rischiando di far freddare, smontare e sgonfiare la preparazione.
Credo che il bello di questo "mondo" sia proprio questo: pensare un ingrediente, abbinarlo ad un altro, immaginarne il sapore nel loro connubio, deciderne la consistenza, ideare la presentazione, armarsi della nostra amata macchina fotografica e immortalare quell'attimo. E poi saper descrivere con parole, frutto della propria testa, quello che quel piatto è capace di trasmettere, che sia un ricordo, una sensazione, un'associazione di idee, una speranza...far sì che quel cibo in quel piatto non sia un'asettica messinscena  ma il frutto di un amore per la cucina e per tutto quello che le ruota attorno che fa di ogni ricetta un'esperienza unica.

Quindi il torto più grande, cara la mia Angelarosa, te lo sei fatta da sola.




COME un BRONCIO MATTUTINO e una RUGA d'ESPRESSIONE sulla FRONTE si TRASFORMANO in POCHE ORE in un SORRISO e POI in una RISATA che DA DENTRO ARRIVA alla BOCCA DONANDOMI PACE...la BELLEZZA delle COSE INASPETTATE che MI RICORDA QUANTO è BELLO STARE BENE...dico grazie a questa giornata di vento e sole e nuvole bianche spumose.

"Push to the left, back to the right
Twist and turn 'til you've got it right"

( "Get the balance right", Depeche Mode )







31 commenti:

  1. NON HO PAROLE!!!!! certa gente dovrebbe vergognarsi, io anche se solo prendo spunto per l'idea della ricetta cito la fonte e metto il link.. mi piace prendermi solo i miei meriti e le bugie hanno le gambe corte come dimostra il fatto che l'hai smascherata!!! ora vado a far una visitina al sito.. non si sa mai.. un abbraccio forte piccola sherlock holmes

    RispondiElimina
  2. ps. ti consiglio di logare le tue foto!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tiziana, sul firmare le foto ci avevo pensato ma giustamente mio fratello mi dice che basta un banale programma di ritocco foto e si può cancellare. I tristi sono loro, io vado a testa alta, magari saranno ricette banali ma almeno sono mie.

      Elimina
  3. Purtroppo è una cosa che accade spesso.Navigando su vari blog, mi capita di leggere tante volte post come i tuoi.Fortuna che c'è gente come te pronta a denunciare il fatto.Brava e grazie per quello che hai fatto. Ciao.

    RispondiElimina
  4. Purtroppo ogni tanto capita, e' successo anche a me!!!!

    RispondiElimina
  5. Voglio dire: aprire un blog di cucina vuol dire 'amare' la cucina, vuol dire cercare perlomeno di applicarsi nelle ricette che uno fa. Vuoi usare una ricetta o provare a fare quella di un altro? Cortesemente indichi la fonte e soprattutto... fai due cavolo di foto al TUO piatto... Copiare poi le stesse parole- mi lascia senza parole.
    Dove sta l'amore per ciò che fai? Se apri un blog per passione dove sta la tua passione? E' una cosa tristissima quella che hai descritto.. ma ancor più triste è il 'copia e incolla'. Per me è una mancanza di rispetto,per gli altri ma anche per se stessi: denota mancanza di personalità e di un minimo di ragionamento. Tenere un blog è molto faticoso, se non ce la fai abbi il gusto di postare quando puoi ma fare la furba no. Un abbraccio cara.. mi dispiace tantissimo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già...io quando ho un'idea che credo essere originale vado a cercare in rete se trovo qualcosa che già esiste o qualcosa di simile e in tal caso cito la fonte, ovvio. Oppure se è una ricetta inflazionata cambio e basta, cucino qualcos'altro dopo averci pensato tanto. Infatti sì, è tanto triste, soprattutto perchè ha usato le mie parole e la foto di un piatto che ho fatto nella mia cucina, insieme a Luca, ogni gnocchetto fatto a mano, ridendo della forma che veniva fuori.
      Grazie dell'abbraccio Ely, ricambiato :)

      Elimina
  6. senza parole. e allora pensi, per un attimo dico, che l'amore sia solo un'illusione. perchè c'è qualcuno per cui l'amore e la passione non contano nulla. e allora rubano qualcosa che per loro sembra solo virtuale, ma che per noi è una passione che fa battere il cuore (quando ho preparato la mia torta al cioccolato ero letteralmente su di giri mentre la trasportavo a casa di amici! ero piena d'orgoglio), il frutto di tanto impegno ed un infinito amore per quello che creiamo e per chi soprattutto.
    indignata, credo sia la parola giusta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fortunatamente la nostra passione e il nostro amore non ce li potrà rubare mai nessuno! Potranno rubare una ricetta, dieci, cento, mille, ma quello che abbiamo dentro non potranno mai toccarlo. Il nostro scrivere, i nostri occhi che guardano nella macchina fotografica, il nostro naso che sente il profumo degli ingredienti, la nostra bocca che li assapora, la nostra gioia nel condividere quello che abbiamo creato con la/le persone per cui abbiamo cucinato o semplicemente con noi stessi.

      Elimina
  7. Ma lo sai che non conoscevo la burrata? Comunque ti sei comportata benissimo! Brava! Buona giornata Celeste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rachele la burrata è buonissima, provala, è strepitosa.
      Buona giornata a te :D

      Elimina
  8. purtroppo succede spesso ma ci si rimane male, pensa che una volta ho trovato una mia ricetta, uguale anche nei consigli e nei commenti personali, inviata da qualcuno a nome suo in un concorso su un sito internet della mia città, una cosa piccola ma comunque poco onesta. Non capisco che soddisfazione ci sia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non importa quanto piccola sia la cosa, è il gesto che è vergognoso, denota una mancanza di rispetto totale verso gli altri e dimostra quanto vuota possa essere una persona.

      Elimina
  9. Siamo alle solite... il concetto è che se ti plagiano significa che il tuo blog esiste ;-) Io quando mi plagiano mi sento molto onorata, anche se invio al colpevole e-mail minatorie, che mi servono per scaricare su qualcuno la mia aggressività repressa. In realtà sono contenta.
    Ecco, questo è il mio lato oscuro.
    Dai, è per sdrammatizzare: io per esempio questa ricetta a base di burrata e zafferano me l'ero persa, adesso me la vado a riguardare... come vedi a qualcosa è servito!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sai che nervi mi son venuti ieri mattina...dopo averle scritto a caldo ho pensato che la mia "vendetta" migliore sarebbe stata quella di immortalare queste parole sulla pubblica piazza, perchè la ricetta la può pure cancellare ma questo post no.

      Elimina
  10. Adoro i Depeche Mode e il plagio ormai non mi stupisce più. In questi casi provo una sorta di "pena" per chi lo fa, ma ne parleremo a voce che è meglio, qui non posso esprimermi Liberamente ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro qui puoi sempre esprimerti Liberamente, non ci sono veti qui da me :)

      Elimina
  11. Una vergogna; il brutto che succede spesso. All'inizio della mia avventura(blog) è successo anche a me, che facevo foto bruttine ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, anche la mia foto degli gnocchi non era granchè, ero all'inizio e avevo quasi "timore" di pubblicare, pensavo e ripensavo nei dettagli più piccoli ad ogni cosa che scrivevo, forse proprio per quello mi ha fatto ancora più male.

      Elimina
  12. Eccomi qui oggi giornata intensa ma cio' che mi hai scritto mi e' rimasto... Intanto ti dico che considero poco chi fa ste' cazzate, come si riesce a pubblicare la ricetta di un'altra persona, mah ! Pero' ti dico anche che mi sarei inc... come una belva!!!!
    Per il tuo sfogo volevo dirti che puoi scrivere quando vuoi a me fa piacere, anche perche' certe volte basta solo tirar fuori le cose e ci fa stare un attimo meglio... Lo so che non passano pero' intanto ci siamo sfogate:-) sai mi sono affezionata a te perche' assomigli a mio fratello, lui e' stato lasciato da poco dalla ragazza, abita da solo, ed era una relazione a distanza, io non do la colpa a nessuno in una relazione ci sono due persone e sanno il perche' di quello che e' successo. Solo che ora molte volte si sente solo per fortuna ha adottato i due gattini ma bisogna che passi del tempo... Noi siamo in pochi ho solo degli zii a Ferrara e allora cerchiamo di restare uniti e per questo mangiare assieme e' un momento di unione e felicita'! la prima cosa che ho pensato quando ti ho letta e' stata" vieni da noi che le facciamo le "patate arrosto" :-) ti ho scritto tutto questo per dirti che ci sono e credo di capirti anche se in fondo non ti conosco...
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che cara...la frase delle patate arrosto mi ha fatto venire i lucciconi...
      Capisco come può sentirsi tuo fratello, anche per me è dura pensare che sia andata così...e menomale che ha i gattini e io ho Nebbia, non so come farei senza di lui, mi aiuta tanto, ormai siamo in uno stato di simbiosi totale essendo in casa solamente noi due, sempre insieme.
      E' bello sapere che c'è chi capisce il mio stato d'animo, è bello sapere che posso scrivere senza essere giudicata per quello che dico. Grazie

      Elimina
  13. Quando passo da te trovo sempre qualcosa di bello ad aspettarmi. Sembra quasi che stia lì per me. Il pezzo dei Depeche è uno dei miei preferiti, mi è entrato in testa tanti tanti anni fa e non è più uscito. Sul plagio non commento, in giro ci sono persone anche così, purtroppo, povere in molti sensi. Ti abbraccio augurandoti tante altre giornate di nubi spumose. Sono quasi sempre le migliori ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella canzone è lì proprio per questo, perchè trasmetta a chi passa un pezzo di vita, un sentimento, un'emozione privata o condivisa. E' quello il senso del mio postarla, perchè possa evocare tutto questo a chi l'ascolta, così come lo ha trasmesso a me. I Depeche sono fenomenali.
      Ciao Margot, sono contenta che hai rimesso la penna sul foglio, io lo faccio e per me equivale a vivere, da sempre. Significa che è così anche per te, che il battito d'ali ha ridato il via a quel movimento che si era messo in stand by dentro di te.

      Elimina
  14. Purtroppo ogni tanto ci sono brutte sorprese dietro l'angolo. È troppo facile appropriarsi del lavoro degli altri!!
    Vado anch'io a controllare in questo sito... sia mai che trovo anch'io la sorpresa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, ci son più brutte sorprese che belle purtroppo, e mi dispiace che ne sia contaminato anche questo mondo virtuale.

      Elimina
  15. Cosa?????????? Ma dimmi te che razza di... Non so nemmeno come definirla!!!
    Capisco quando le ricette si assomigliano etc.. Può capitare.. Ma copiare così spudoratamente!!!!! Vergognoso!! Con le tue foto poi..... Una cosa inaccettabile..... Mi spiace Celeste.. Non dev'essere una cosa piacevole.. Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  16. grazie della dritta Celeste, il web è pieno di plagi ma quando ce ne troviamo uno "tra i piedi" è sempre come se fosse il primo...
    Alla signora in questione comunque gliele hai suonate di santa ragione! Sei grande davvero! La tua frase finale lo dimostra.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  17. una vera tristezza e chi copia è proprio triste.
    ciao ciao
    emme
    se ti va passa a trovarci
    mi aggiungo volentieri al tu bellissimo blog

    RispondiElimina
  18. MA VERAMENTE???
    Sono inorridita! Mamma mia che pena questa gente, ma se non hai idee creati un blog per taglia e cuci no? Se vuoi rubare le ricette almeno dillo!! Che tristezza...
    Sguinzagliamo le belve?? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Al mio segnale scatenate l'inferno!!"
      ahahah
      :D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...