lunedì 11 febbraio 2013

NOODLES con VERDURE

Quando la punta fine, così nera e intensa, si posa sulla carta è un piacere unico; veder nascere sotto alle mie dita e ai miei occhi quello che inizialmente è solo nella testa è come il materializzarsi di un pensiero, come rendere concreta, seppur nel suo astratto, un'idea. Come un bambino che nasce, che prima non c'era e poi, all'improvviso, esiste e lo puoi toccare, conoscere, amare. Un disegno ha un effetto simile. Prima non esiste, non lo hai nemmeno pensato. Poi ti arriva la voglia, l'idea, l'intuizione, l'immagine che prende forma nella tua mente e da una nube confusa inizia ad assumere una forma, una dimensione e un colore. E resta lì, sempre più nitida, finchè non inizi a disegnarla trasferendo sulla carta immacolata -ma non solo, anche su fogliacci, giornali, tovagliette di carta mentre ceni in un ristorante- quello che il tuo cervello ha forgiato. E il tempo smette di scorrere, la tua concentrazione è totale come se in quel momento il disegno ti catturasse e iniziasse a vivere di vita propria mettendoti fretta per arrivare alla luce e diventare finalmente qualcosa di reale. 
Credo di essere nata con la matita in mano, e non perchè sia brava, tutt'altro, ma perchè penso di aver iniziato a disegnare ancor prima che a parlare. A volte passa del tempo prima che riprenda in mano matita e pennarello e mi rimetta con le mani sul foglio, altri periodi non riesco a fare altro, disegno per delle ore e non mi sento mai sazia. Però è una passione che non si discute, non mi abbandona mai. Adoro creare personaggi, disegnare me stessa in una sorta di ragazzina ideale dalle gambe lunghissime e magre, immaginare animali e riprodurne il movimento, l'espressione e il carattere. A volte ho in testa delle idee che non riesco a realizzare, oppure semplicemente non è il momento buono per creare, questo non vuol dire che mi precluda il piacere di prendermi un momento tutto mio, magari con una buona musica di sottofondo e qualche pausa caffè e di rigenerarmi con l'arte del disegno. 


 

( questo disegno l'ho ripreso da Lenore, fumetto statunitense di Roman Dirge )




Ancora un piatto ispirato all'Oriente a me tanto caro e che ha un'attrattiva enorme su di me. I noodles, il tipico formato di pasta orientale che ricorda le tagliatelle o gli spaghetti, possono essere cucinati in diversi modi  a seconda dell'area geografica ma si possono comunque gustare dalla Cina alla Corea, dall'India al Giappone. In brodo, fritti, al vapore sono estremamente versatili e possono essere conditi con verdure, carne, pesce e con l'aggiunta o meno di spezie. In Nepal li ho mangiato varie volte, sempre col nome cinese di Chow mein.
Queste sono più o meno le dosi che ho utilizzato io, ovviamente a seconda del gusto si potranno mettere più o meno verdure, se lo utilizziamo come piatto unico direi di abbondare con le verdure! Anche la scelta del tipo di noodles è soggettiva, in commercio se ne trovano di grano, di riso, di soia e altri più particolari di mais, fagioli, fecola di patate ( credo introvabili qui da noi ). 


INGREDIENTI:

( per 2 persone )

- 160 g di noodles di grano
- 1 quarto di cespo di verza
- 5-6 funghi champignon
-  1 manciata di germogli di soia
- 1 carota grande
- 1 zucchina grande
- 2 spicchi d'aglio in camicia
- olio evo
- pepe nero

Dopo aver pulito tutte le verdure tagliare le carote e le zucchine a julienne, affettare finemente gli champignon, tagliare la verza a listarelle. In un wok ( o in una padella grande ) scaldare l'olio evo con gli spicchi d'aglio in camicia, appena hanno preso colore rimuoverli e aggiungere tutte le verdure, regolare di sale e pepe nero macinato e lasciar cuocere finchè le verdure saranno morbide ma non disfatte, devono mantenere la croccantezza. Eventualmente aggiungere qualche cucchiaio dell'acqua bollente che avrete messo a scaldare per cuocere i noodles. Appena le verdure saranno pronte bollire i noodles ( basteranno pochi minuti ) e saltarli nella wok con le verdure prima di servire. 
Io non l'ho utilizzata ma alla fine si può condire anche con della salsa di soia. 




Io i miei occhi dai tuoi occhi non li staccherei mai
E adesso anzi me li mangio tanto tu non lo sai
Occhi di mare senza scogli
Il mare sbatte su di me
Che ho sempre fatto solo sbagli

( "Canzone", Lucio Dalla )



43 commenti:

  1. Ciao tesoro :) Anche io adoro disegnare (ma non sono assolutamente brava come te :D) e mi rilassa tanto... da piccola passavo interi pomeriggi, con mia madre, a disegnare e inventare storie e personaggi... avevo creato anche dei fumetti ispirati a dei pupazzi chiamati "Le Patate", non so se conosci, erano dei pupazzi molto in voga negli anni 80... che bei ricordi :) Chissà che fine hanno fatto quei fumetti, purtroppo non li trovo più! :( Questi noodles sono invitantissimi, con la verza e i funghi... buoni! :D Proverò ;) Bacio grande e complimenti, buon inizio settimana <3 :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, rilassa tantissimo, ti trasporta lontano da tutto. Certo che me li ricordo quei pupazzi a forma di patate!! Ma dai, cerca di ritrovarli, chiedi a tua mamma, queste cose sono ricordi fantastici della nostra infanzia! Buona settimana a te :)

      Elimina
  2. *___* sembra un bouquet di noodles!!!fantastici, io poi amo molto sia noodles che spaghetti di soia e mi hai fatto pensare che è molto che non li faccio. devo provvedere
    Ni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bella immagine un bouquet di noodles XD

      Elimina
  3. Condivido il tuo pensiero artistico. Quando disegno o dipingo non vedo passare il tempo ;)
    Che bella foto e che buon piatto di Noodles, alle verdure come piace a me :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei una maestra del disegno e della creatività

      Elimina
    2. troppo buona! :))))))))

      Elimina
  4. Amica mia.. le tue parole sono piene di sentimento e di passione. Sì, hai proprio ragione: quando la punta della matita tocca il foglio.. ecco materializzarsi pensieri e sogni, e farsi realtà: una dolce, straordinaria, incredibile verità. Sei veramente brava.. e spesso l'arte del disegno nasconde un linguaggio che non può essere espresso a parole.. solo sentito negli occhi e nel cuore. La bellezza, quella vera, fa parte di te.. del tuo animo grande e candido. Ti voglio tanto bene, lo sai vero? E questi noodles? Ma lo sai che io ci vado matta ma dalle mie parti non li trovo più?! :( Ci sono solo alla soia ma io sono allergica :(( Un abbraccione immenso e un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè tu sai sempre leggere oltre, è la tua bellezza. Se mi dai il tuo indirizzo ti spedisco quelli di grano, qua si trovano ovunque. Bacini, stella

      Elimina
  5. Ciao Celeste, io sto bene, è che con il lavoro non ho molto tempo per seguire il mio blog.
    Questo piatto deve essere buonissimo! Anche io, da quando vivo in montagna, sento sempre il bisogno di mettere matita su foglio così sfogo le mie tensioni mentali! Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che stai bene, davvero disegni anche tu? Un'altra passione che ci accomuna :)
      A presto

      Elimina
  6. Celeste io ho la maglietta di Lenore!!! Assomiglia un po' a Coraline:) sei un artista e come tale sensibile e' per questo che ti sfoghi disegnando e per me sei brava!!!!
    Lo sai che con questi piatti con me vai sul sicuro ;)
    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai, la maglietta? Dove l'hai presa? Beh, Coraline è un po' più buona, Lenore, pur nella sua ingenuità di bambina morta è pur sempre un demonietto :)
      Già, ne hai postate diverse di ricette di questo tipo. Smuack!

      Elimina
  7. Che brava, sai disegnare molto bene! Complimenti per questo piatto colorato e gustoso! Ciao

    RispondiElimina
  8. sei molto brava anche nel disegno! hai molto talento!!! complimenti! e complimenti anche per queste bellissime foto, ma me lo spieghi come le hai fatte? e la ricetta molto interessante, da provare.
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ondina, la foto e' semplicemente presa dall'alto su un piatto nero, Ho avvicinato una lampada per fare un effetto non giallo, dato che era buio, pero si vede comunque che e' una luce artificiale. Grazie per i complimenti :)

      Elimina
  9. Una persona con l'animo sensibile come il tuo non poteva non saper disegnare!!
    Sei davvero brava!!
    E che dire dei tuoi noodles, sono semplicemente favolosi, un trionfo di colori e di sapori!!
    Un abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona giornata a te e grazie tante, sono sempre restia a mostrare i miei disegno perché sono una perfezionista e non mi sembrano mai così belli.

      Elimina
  10. Tesoro, ma sei bravissima, in tutto!! Sono d'accordo con alcune delle ragazze che hanno già commentato, hai sensibilità e un'anima ricca di amore e passione. Come te adoro la cucina asiatica e i noodles che hai prepararto farebbero l'invidia di un cuoco cinese!! Baci carissima e bellissima settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, se anche non li facciamo meglio di loro sicuramente i nostri ingredienti sono di tutt altra qualità. :) grazie grazie per l'apprezzamento

      Elimina
  11. Sei anche bravissima a disegnare! Con una sensibilità come la tua sono certa che darai vita ad opere bellissime...
    Mi piace tanto la foto che hai fatto ai noodles e mi hai fatto ricordare che è proprio tanto tempo che non li cucino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Serena, sicuramente e' vero che i disegni sono ispirati dall'animo e da come percepiamo il mondo, questo li rende unici. Non pensavo che la foto sarebbe piaciuta, sono contenta :)

      Elimina
  12. Da come ne parli si sente che fa parte di te, del tuo esprimerti, del tuo modo di vedere. Io penso di provare lo stesso per la scrittura. E' come se dentro ti si accumulasse un mondo che piano piano cresce, fino a che non grida che vuole uscire. E quando succede di trovare la vena giusta, il momento, la concentrazione, liberi quel mondo e sei al tempo stesso felice ed esausta.
    Caspita, adesso mi è anche venuta voglia di mangiare cinese ;-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello condividere queste mie parole e questi miei pensieri cin chi sa esattamente cosa si prova, con chi possiede una passione e se ne ciba, quando dentro monta quel che descrivi tu. Il mondo interiore che grida e vuole uscire. A me il cinese non piace granché ( almeno quello che mangiamo qui da noi, magari quando andrò in Cina mi piacerà ) ma questi noodles sono favolosi :) bacini

      Elimina
  13. Mizzica vero è, capita anche me uguale a te. L'hai detto così bene...
    Mai mangiati i noodles, me li fai tu? ****
    Cla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che se li fai poi mi insegni te :)

      Elimina
  14. “a renderci desiderabili non è qualcosa che facciamo, ma qualcosa che senza saperlo abbiamo dentro di noi.”
    (alice munro, chi ti credi di essere?)
    ciao essere speciale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inizio la giornata con la tua citazione e un sorriso. Oggi c'è il sole :) tu lo sei, Sare'

      Elimina
  15. Squisiti questi noodles, semplici, vegetariani, salutari e con quel tocco mediterraneo che sa dare solo l'olio evo. Una chicca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :) magari potrebbe essere curioso usare un'olio meno "peso", di riso, che so.

      Elimina
  16. Ma a me piace tantissimo Lenore! Quello stile di disegno mi fa morire. E tu sei proprio brava :D Oltre che di una estrema sensibilità.
    Ti mando un abbraccione e ti scopiazzo la ricetta!

    RispondiElimina
  17. Ma dai conosci Lenore? Fantastico :) grazie Dani!

    RispondiElimina
  18. Ciao Celeste!! Che bello trovare questo delizioso piattino!!! Un abbraccio, carissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentornata!! Sino contenta di rileggerti da queste parti, un abbraccio a te e alla tua Joy

      Elimina
  19. Ciao Celeste, quanta serenità vero? Perfetti questi noodles, li adoro... e anche ello ;-) Un abbraccio anche a Nebbia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il sole, la primavera che freme... Grazie Libera, batterista ricambia :)

      Elimina
  20. Ho una vera passione per i noodles, i miei preferiti sono la soba giapponese o gli udon. Questo piatto non fa altro che dirmi provami... provami :-) E lo farò! :-) Bacioni cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che buoni, vero? Provali, provali... ;) un saluto

      Elimina
  21. Quanto mi piacerebbe saper disegnare... ma purtroppo i miei sgorbi su un foglio non si possono definire disegni. Forse sono più portata per l'arte astratta! :-)
    Ma sicuramente sarei portata ad assaggiare i tuoi noodles, che non ho mai assaggiato. La tua preparazione, con tutte quelle belle verdurine, è davvero molto sfiziosa. Compliemntissimi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh l'arte astratta e' pur sempre arte :) non meno della cucina, della fotografia e della scrittura, tutte cose che ti riescono benissimo.

      Elimina
  22. bellissimi i tuoi disegni, una volta ho seguito un corso di disegno a matita, eravamo tutti insieme a disegnare in silenzio, molto bello! solo che poi a casa non lo faccio quasi mai, invece dovrei. I noodles mi piacciono molto, con la salsa di soia sono buonissimi, anche la foto è bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di essermi venuta a trovare, ma lo sai che non ho mai fatto un corso di disegno? Mi sarebbe sempre piaciuto fare il corso di comix, ma costa un bel po' :)
      A presto, baci

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...