sabato 13 luglio 2013

EMOZIONI DI MEZZA ESTATE

Il tempo si sposta pigro ma con una certa impercettibile fretta, scarta di lato senza che me ne accorga, mi lascia alle spalle una caterva di giorni che scandiscono lo scorrere di questa estate un po' sui generis, un'estate insolita nella quale ancora si stenta ad entrare. 
Riscopro il piacere di un bel libro da divorare, accantono piccoli progetti e li rimando a data da definirsi, adesso è caldo, l'estate è caratterizzata a suo modo da una sorta di letargo, dove nelle ore centrali del giorno ti muovi lento, sonnecchi in penombra riducendo gli sforzi al minimo. Godo del fresco rigenerante della notte che soffia dalla finestra diretto sul mio letto, penso nel buio della camera rischiarato dalla luce tenue della luna come se fossi un animale notturno. Questi giorni di silenzio mediatico hanno ospitato una breve vacanza rigenerante con Lui, dove tutto è stato perfetto e bellissimo, dove quei tasselli carichi di desiderio e aspettative che viaggiavano come vortici nella mia mente prima di partire si sono collocati esattamente dove dovevano collocarsi, portando gioia, relax ed emozioni che ancora ad occhi chiusi posso rivivere. Le emozioni. Cosa saremmo senza di loro? Senza i miei amati sogni e senza le emozioni -che fortunatamente spesso coincidono- mi sentirei sospesa in un quieto non vivere. E io voglio emozionarmi, sempre. Sentirmi viva con cose piccole o grandi. Come lo sguardo profondo dell'uomo che amo dritto nei miei occhi come se riuscisse a penetrarmi l'anima; come ricevere la mail di una nuova amica nel cuore della notte, leggerla tutta d'un fiato e immaginarmela di fronte anche se non ci siamo mai viste; come le parole di quella canzone di Guccini che ogni volta mi fanno venire le lacrime agli occhi; come il tocco del pelo di Nebbia tra le dita mentre lo sento abbandonarsi nella fiducia più totale, in quei momenti tutti nostri, solo nostri. E come le montagne nella loro maestosità, così imponenti da farmi sentire minuscola e nello stesso tempo parte di un qualcosa di più grande, di un qualcosa di immenso. Come i ricordi. Le vecchie foto. Come un sogno vivido che si confonde con la realtà. Come certi odori che sanno di cose perse nel tempo, che ci riportano alla semplicità di un modo di vivere che stiamo dimenticando ma che è bello riscoprire. Come la complicità di un'amicizia scoperta ad ottomila chilometri da qui, imprevedibile, inaspettata e quindi bellissima. E' anche grazie a tutto questo che io sono io, nel bene e nel male. 

Vi chiedo scusa se non sono stata presente, se non vi ho lette, se non ho cucinato. Se non ci sono stata insomma. Avevo bisogno di un po' di silenzio. Ci sono stati degli eventi che mi hanno "costretta" a riflettere molto, a fare delle considerazioni sulla morte e come ovvio rovescio della medaglia sulla vita e sul suo valore, il valore dei giorni che viviamo, a volte in maniera inconsapevole, come se non fossero nemmeno i nostri, come se fossero infiniti. Purtroppo o per fortuna infiniti non sono, devo ricordarmelo. E vivere, vivere sempre, attribuendo alle azioni, ai pensieri e alle emozioni il peso che meritano. 





32 commenti:

  1. Ciao Celeste, ritorno ora da una serata tra cibo e foodblogger (stendiamo....), inconsueto per me, lo so ma qualche volta devo "assoggettarmi" anch'io ;-)
    Leggerti mi ha dato un senso di calma e tanti spunti di riflessione.
    Prima di addormentarmi penso molto e spesso i pensieri mi tengono sveglia ma certi pensieri sono emozioni e perchè rinunciarvi? I sogni arriveranno dopo, quando avrò chiuso gli occhi.

    Un abbraccio stretto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Libera non finisci mai di stupirmi!! Da quando sei diventata a la page? ;)
      Scherzo e sono contenta per tutte le cose belle e stimolanti che stai facendo in questo periodo. Io invece mi sto bradipizzando, chissà perchè. Bacino

      Elimina
  2. sei una donna che vorrei tanto conoscere di persona, mi piace leggerti e mi piacerebbe ascoltarti. Abbiamo così tante cose in comune che spesso mi sembra quasi impossibile. Anche io sono una sognatrice e mi nutro di emozioni, cosa sarebbe la vita senza.
    Alla fine del post parli della morte, probabilmente hai perso qualcuno che conoscevi e mi dispiace, questo ci fa riflettere quanto sia bella e preziosa la vita.
    Un bacione tesoro, sono in partenza, ti auguro un estate meravigliosa e indimenticabile.
    Sabina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Sabi adesso sarai lontana a godere delle tue vacanze e io ti penso perchè ho tanta voglia di viaggiare, scoprire, esplorare. Manca "solo" un mese :) e poi parto anche io. Mi sei stata affine fin dall'inizio, forse perchè in molte cose siamo davvero simili. Un abbraccio e grazie...

      Elimina
  3. Cara Celeste..credo sia proprio questo il senso della vita : la consapevolezza. Si nasce, si vive e si muore...e nel mezzo, tra la nascita e la morte, c'è la nostra vita. Sta a noi viverla al meglio, sta a noi goderne..sta a noi succhiarne quanta più possibile. Accade che un pensiero, un pensiero magari semplice e scontato ti accende una lampadina, e così la tua prospettiva cambia, e inizi a vivere davvero..senza sprecare, senza buttare, senza dar nulla per scontato..a me è successo così.
    Prosegui per questa strada. Ti renderà felice. Quanto alla tua assenza..la vita dobbiamo viverla assecondandoci. Comunicare con il mondo, senza averne voglia non serve a nessuno..quindi, è bene esserci se e quando ci va :)
    Ti abbraccio ! Buona domenica :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Mary, il senso della vita... mille facce e mille risvolti, la risposta si cercherà per una vita ma forse il senso è proprio quello: cercare, cercare la verità più profonda dentro e fuori di noi. Potrei scrivere ore... e invece con queste brevi parole ti ringrazio per capirmi sempre, per le tue risposte sentite, per la sensibilità e la pienezza del tuo animo. E abbraccio te :)

      Elimina
  4. Le emozioni sono vitali quanto il cibo... sono come nutrimento, energia, carica, calore... io le ho sempre cercate, vissute, a volte rincorse, seguite, assecondate, divorate... sentirle sulla pelle è la cosa più importante, con il cuore che batte forte... anche quando si prende una pausa e si sceglie il silenzio, anche quando alcuni eventi dolorosi ci investono e ci travolgono... ma il flusso, la voce delle emozioni continua a scorrere, più forte di tutto...
    Ti abbraccio da qui ma se fossi vicina lo farei davvero...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io se tu fossi vicina starei ore a parlare con te. Perchè tutto quello che scrivi, ogni volta, mi riempie la testa di colori e ricordi, riflessioni e sensazioni. E leggerti anche qui mi accoglie con lo stesso piacere. Grazie...

      Elimina
  5. Ci sono periodi in cui rallentare per poi fermarsi, ad ascoltare, ad osservare con calma, a riflettere, è necessario. Come si può assaporare la vita, altrimenti? A me capita spesso la mattina presto di svegliarmi e indugiare qualche minuto nella penombra, con la luce del nuovo giorno che entra timidamente dalla finestra, per indugiare nei miei sogni per un po'. Mi è indispensabile questa sosta. Non so a chi ti riferisci quando parli di morte ma la saggezza deve spingerci a far tesoro anche di essa, per comprendere quanto sia importante la vita. Io sono sempre qui per te, se e quando ti va <3 <3 <3. Un bacio, amica mia, e goditi la lentezza di queste giornate d'estate

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accidenti, mi hanno interrotta come al solito e mi sono espressa in un pessimo italiano...sorry!! Baci

      Elimina
    2. Ahahha, evviva una risata! Amica mia menomale che ci sei :) Ma fammi capire, dove sarebbe l'italiano brutto? Nella ripetizione del verbo indugiare? :) Perfezionista!
      Grazie Ros delle tue parole, c'eri anche tu lì con me, mentre scrivevo.

      Elimina
    3. Influenze del marito M....pignolo fino allo sfinimento...ahah!! Cara, speravo fossi io l'amica che hai citato...sulle prime mi è venuto un moto di gelosia, ahah!! Ma come? Celeste è mia, solo mia, assolutamente mia :-D!!! Sì, va bene, anche un po' di Luca e Nebbia ma non esageriamo, ahah!!! Un bacino <3

      Elimina
  6. Bello, belle parole, bei pensieri...scrivi molto bene per un attimo ho avuto la sensazione di star a leggere un libro. pur descrivendo un tuo disagio mi hai lasciato molta serenita..rileggiti con attenzione e troverai la stessa cosa per te.

    RispondiElimina
  7. Ehi bella...anche io ricordo del nostro aperitivo! Ce la facciamo prima delle ferie? Proviamoci! Così magari parliamo di questa strana estate, dove ogni sole si tramuta in pioggia e ogni momento racchiude in se un cambiamento, una metamorfosi, una pausa necessaria per riflettere. Morte e vita sono opposte ma legate, come un sorriso dopo tante lacrime e un buon dolce dopo l'amaro in bocca.
    Ti abbraccio,
    Berry

    RispondiElimina
  8. E' normale avere dei momenti dove è giusto prendersi del tempo per sè, per riflettere, ponderare, capire. E anche solo per staccare.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Ho visto un tuo commento sul blog di Giuliana, la gallina vintage, e la curiosità mi ha spinto a leggere le parole cariche di sensibilità di questo pos, mi hai commossa!
    Un abbraccio cara!

    RispondiElimina
  10. E' bello leggerti... è giusto che ognuno di noi si soffermi a riflettere e a prendersi tutto il tempo necessario per se stessi! Sei tanto tenera e sensibile! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  11. Sono latitante, poca voglia di mettermi al computer, voglia invece di uscire, di parlare con gente in carne e ossa e non tramite una tastiera...ma vedo che sono in buona compagnia e mi fa piacere!
    Siamo animali sociali, abbiamo bisogno di contatto fisico e verbale. Siamo in un mondo dove quasi tutto si fa in un clic, dalla spesa alla corrispondenza, dalle prenotazioni per qualsiasi cosa ai documenti. Comodissimo...per carità! Però...un filino di tristezza!
    Tutto sto' pippone per dirti che prendersi delle pause non è solo fisiologico, ma necessario eheheheheh!
    Un bacione cara amica di blog ;) e buone vacanze!!

    RispondiElimina
  12. Ti voglio bene...
    Ecco tutto.

    RispondiElimina
  13. a volte capita di "doversi" mettere a riflettere sul significato di vita e morte... ben vengano anche questi pensieri se portano a conclusioni e a cambiamenti profondi.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Ciao Celeste!
    Attraverso la scrittura riesci sempre a trasmettere tutte le tue sensazione ed è molto bello. Goditi questi momenti di pausa e tranquilla l'importante è che tu stia bene.
    Un abbraccio e a presto!

    RispondiElimina
  15. Ciao carissima! E' un po' che non riuscivo a passare e che post che leggo! Riesci ad esprimere sensazioni ed emozioni profondissime e complesse con una semplicità che mi incanta. Sei davvero brava. Spero di poterti conoscere un giorno. Ti mando un abbraccio forte :-)

    RispondiElimina
  16. vita, passione, desiderio, felicità, cuore e batticuore, occhi negli occhi e un abbraccio che ti raggiunga ovunque tu sia
    *
    Cla

    RispondiElimina
  17. Ciao Celeste!! Ho letto il tuo post e mi è piaciuto davvero tanto, mi hai portato con la mente a tante estati calde, trascorse velocemente ma che oltre alla tanta voglia di fresco e di riposo mi hanno dato tanti momenti felici. Io amo l'inverno, ma l'estate mi porta alla mente scene di vita così belle da vivere e rivivere che non potrei mai farne a meno. Anche io a breve passerò dei giorni di relax con la persona che amo come ho già fatto altri anni e questa è sicuramente una delle cose che amo di più dell'estate. Per quanto riguarda gli avvenimenti che ti hanno segnata mi dispiace davvero tanto, riflettere e guardare le cose da diverse prospettive spesso non può fare altro che bene, quindi io mi unisco al tuo blog e aspetto che ritorni con le tue ricette che sono curiosa di leggere!! Un abbraccio forte da una nuova amica.
    Se vuoi, io sono qui: http://ledeliziedelmulino.blogspot.it/

    RispondiElimina
  18. Che meraviglioso, estivo post.. che mi ero persa! Conosco un po' le emozioni che provi, è come stare in uno stato di grazia:) sono davvero contenta per te tesoro, sei una bell'anima e dalle tue parole questo traspare!
    A presto e buon fine estate:*

    RispondiElimina
  19. Ciao cara come stai?
    Fatti vedere aspetto tue notizie.
    Un abbraccio grande.
    Incoronata

    RispondiElimina
  20. hai ragione tesoro ci sono momenti in cui anch'io ho bisogno del silenzio un silenzio che permette di ascoltarmi, ascoltare la mia mente il mio cuore il mio IO che a bassa voce mi parla...
    dovremmo sempre ricordarcelo che viviamo una volta sola e ogni giorno è prezioso, dovremmo ringraziare il sole la luna le stelle ogni mattina e ogni notte, ma spesso diamo tutto per scontato è nella nostra indole, nei ritmi della nostra vita del nostro lavoro dare priorità ad altro quando invece dovremmo lasciar correre, rimandare, e goderci quegli attimi di quiete in cui sonnecchi e ti lascia andare alla tranquillità di una giornata estiva...
    anch'io sono stata un pò assente e anch'io avevo bisogno di staccare, ma ora son tornata!!!!
    ti abbraccio forte e spero di risentirti presto!!
    buona giornata è sempre un grande piacere leggerti!
    Azzu

    RispondiElimina
  21. Ciao Celeste, tutto bene??
    Un mega bacio e a presto
    Carmen

    RispondiElimina
  22. quanto tempo che non ti si vede Celeste!
    un salutone
    Nicole

    RispondiElimina
  23. ci sono momenti in cui le parole non servono, funziona meglio un abbraccio, almeno tra noi comunissima gente, ma tu amica mia, con le parole sai giocare bene e arrivi dritto all'anima
    :*
    ti lovvo
    Cla

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...